Aggredisce barista con l’acido: fermata una donna nativa di Vercelli

La vittima ha riportato ustioni al viso e al collo.

Aggredisce barista con l’acido: fermata una donna nativa di Vercelli
Vercelli e dintorni, 06 Gennaio 2020 ore 16:10

Aggredisce barista con l’acido: una donna di 43 anni, nativa di Vercelli ma residente nell’Alessandrino, è stata fermata.

Aggredisce barista con l’acido

È accusata di avere aggredito un barista di 28 anni, spruzzandogli dello spray al peperoncino e poi rovesciandogli sulla testa dell’acido. Tamara Masia, di 43 anni, nata a Vercelli ma residente nella zona di Acqui Terme, è stata fermata dai carabinieri a Genova. I due si sono conosciuti su internet, ma dopo pochi incontri il giovane ha deciso di porre fine alla frequentazione. Da qui, la situazione sarebbe degenerata, con messaggi ossessivi.

L’aggressione

L’agguato è avvenuto a Milano, in piazza Gae Aulenti, dove il 28enne lavora in un bar. Secondo la ricostruzione, la donna si sarebbe presentata intorno alle 23, quando il giovane inizia solitamente il suo turno. Lui riconoscendola avrebbe tentato di allontanarsi, ma al suo richiamo si sarebbe girato. In quel momento lei gli avrebbe dapprima spruzzato in volto dello spray urticante, per poi rovesciargli sul capo l’acido.

Le lesioni

Fortunatamente, il 28enne non ha riportato danni permanenti agli occhi, ma è rimasto ustionato al volto e al collo. Lei ora dovrà rispondere delle accuse di lesioni aggravate, stalking e “deformazione permanente del viso”, reato introdotto dalla recente normativa nota come “Codice rosso”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: