ADDIO VITALIZI: GIUSTIZIA E' FATTA

Busto (M5S) annuncia la fine dei privilegi pensionistici alla casta

ADDIO VITALIZI: GIUSTIZIA E' FATTA
28 Luglio 2017 ore 18:45

Busto (M5S) annuncia la fine dei privilegi pensionistici alla casta

Finalmente vedremo i parlamentari prendere una pensione in base ai contribuiti che hanno versato e non tre o quattro volte di più rispetto alla quota data allo Stato. Poche ore fa Montecitorio ha abolito una vergogna che si chiamava "vitalizio".
Infatti il provvedimento approvato dalla Camera dei Deputati prevede il ricalcolo delle pensioni dei parlamentari su base contributiva, ovvero secondo ciò che essi hanno versato durante la loro carriera politica da deputati o senatori, così come avviene con tutti gli altri lavoratori. Ora il testo passerà al Senato: è una soddisfazione  enorme per una battaglia che ci vede impegnati da anni. Purtroppo la legge Fornero sarà applicata ai parlamentari solo dalla prossima legislatura e non da subito come avevamo chiesto. Oggi lo Stato spende 215 milioni di euro l’anno per il vitalizio di 2600 ex parlamentari".

Commenta il deputato Mirko Busto del Movimento Cinque Stelle: "Appena entrato in Parlamento il MoVimento 5 Stelle ha chiesto due cose: abolire i vitalizi degli ex parlamentari, applicando anche a loro il ricalcolo contributivo, e abolire la pensione privilegiata degli attuali parlamentari, il vitalizio mascherato che manda in pensione gli onorevoli a 65 anni dopo soli 4 anni e 6 mesi in Parlamento. In sostanza da subito abbiamo chiesto di prendere la pensione come tutti gli altri italiani: calcolo contributivo e Legge Fornero. La nostra guerra al privilegio non finisce oggi. Quando saremo al governo, pensioni e stipendi d’oro li cancelleremo con un tratto di penna. Il resto del tempo e delle nostre energie li impiegheremo per risarcire gli italiani di quello che gli è stato tolto".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter