Attualità
Attualità

Venerdì 29 aprile 77° anniversario dell’Eccidio di Santhià

Venerdì 29 aprile 77° anniversario dell’Eccidio di Santhià
Attualità Santhià, 30 Aprile 2022 ore 17:35

Nella giornata di ieri, 29 aprile, in una mattinata intensa e partecipata, l'Amministrazione Comunale ha ricordato l'Eccidio di Santhià del 1945. Con ritrovo alle 9 davanti alla Scuola Elementare Collodi, con Autorità Civili e Militari, Associazioni cittadine con i labari, Don Stefano Bedello, i ragazzi delle Scuole Medie e degli Istituti Superiori, accompagnati dai loro docenti.

E’ stata ascoltata, in un grande silenzio, la prima lettura dell'attacco ai partigiani che si trovavano nella scuola durante il saccheggio della Città con l'uccisione di civili e partigiani da parte delle truppe tedesche.
Successivamente il corteo si è mosso fino ad arrivare al Salone Parrocchiale per ascoltare altre letture: l'attacco, l'incendio e l'uccisione di civili e partigiani alle Cascine e infine il profilo e l'importanza della figura di Mons.Ravetti parroco di Santhià nel 1945.

La donazione di Gemma

“Abbiamo ricordato, oltre alla fondamentale figura del Monsignor Ravetti, la figura del partigiano Nucci, Cogo Luciano, ucciso quella notte a 19 anni. La signora Gemma, sua moglie rimasta vedova giovanissima con una bimba di 40 giorni, è stata una testimone importantissima per noi, e in tutti questi anni ci ha aiutato a non dimenticare i valori della libertà e della democrazia. Gemma ha donato alla Città un quadro raffigurante la madre di un partigiano ucciso, che custodiremo a memoria di quei tristi giorni. I ragazzi erano silenziosi e attenti durante gli interventi e a loro inviamo un messaggio, affinché custodiscano questi racconti di persone che, a prezzo della loro vita, ci hanno regalato la libertà” commenta il Sindaco Angela Ariotti.

Seguici sui nostri canali