Attualità
Attualità

Taglio del nastro per la nuova rotatoria di Borgo d'Ale

Va a sostituire l'incrocio che nel 2021 fu teatro di un incidente in cui perse la vita una bimba di 3 anni di Tronzano

Taglio del nastro per la nuova rotatoria di Borgo d'Ale
Attualità Santhià, 24 Dicembre 2022 ore 08:41

Inaugurazione alla presenza del presidente della Regione Alberto Cirio per la nuova rotatoria di “Strabianzè” a Borgo d'Ale: un “addio” al vecchio incrocio che regolava il traffico tra le strade provinciali SP11 – SP43 e che negli anni era stato teatro di numerosi e gravi incidenti, l'ultimo dei quali il 15 febbraio 2021 nel quale aveva perso la vita una bimba di 3 anni di Tronzano e la cui sorellina è rimasta gravemente ferita. “Un ringraziamento va a Cirio e all'assessore Marco Gabusi che hanno compreso e condiviso l’importanza e la necessità dell’intervento- ha detto il sindaco Pier Mauro Andorno - nonché alla Provincia di Vercelli”. L'opera è stata finanziata da contributo regionale di 350mila euro, mentre la Provincia di Vercelli ha curato la progettazione e dal canto suo il Comune, nell'aprile 2022, ha approvato il progetto esecutivo della Provincia dando corso alla procedura di appalto in tempi record. “Dunque nel volgere di un anno, a far tempo dalla comunicazione del finanziamento regionale all’ultimazione dei lavori, l’opera è stata realizzata, come era stato previsto prima dell’inizio dell’inverno, e possiamo davvero affermare che non è cosa da poco” ha detto il primo cittadino Andorno.

Parole di soddisfazione di Cirio

Parole di soddisfazione sono arrivate anche dal presidente Cirio: “Siamo particolarmente orgogliosi di quest’opera, ma soprattutto della sua tempistica di esecuzione ed invarianza del costo previsto e finanziato. Tutti gli attori coinvolti, vale a dire Regione, Provincia e Comune hanno fatto tutto quanto era possibile per ottenere questo risultato e raggiungere il dovuto obiettivo di pervenire ad una maggiore sicurezza, atta a ridurre al minimo i pericoli e incidenti della viabilità”. A margine dell'inaugurazione della rotatoria si è svolto un incontro in cui si è parlato di temi di attualità, vale a dire agricoltura, attività produttive e ambiente: in quest'ultimo caso si è discusso del nuovo progetto di inceneritore e dello stop da parte del Tar alla discarica di amianto di Salussola. “Cirio ha dato la sua disponibilità su tutti i fronti amministrativi- spiega Andorno – e questa è una sicurezza in più per le sfide future del nostro territorio e della Valledora”.

Seguici sui nostri canali