Attualità
Ambiente

Santhià Obiettivo Salute: "Stop all'inceneritore di Cavaglià grazie alla differenziata"

L'associazione ambientalista punta al recupero del 60% di tutti i rifiuti

Santhià Obiettivo Salute: "Stop all'inceneritore di Cavaglià grazie alla differenziata"
Attualità Santhià, 16 Settembre 2022 ore 19:50

Riceviamo e pubblichiamo

Santhià Obiettivo Salute è la sola associazione di tutela ambientale costituitasi in Santhià e nel
novembre 2021 ha presentato le proprie osservazioni alla provincia di Biella sul lacunoso progetto
dell’inceneritore presentato da A2A. Abbiamo inoltre partecipato attivamente a tutte le assemblee
organizzate dagli enti preposti per avere chiarimenti sul progetto di A2A per il termovalorizzatore a
Cavaglià, con la finalità di dimostrare che su questo territorio particolarmente martoriato da
discariche e al tempo stesso virtuoso nell’effettuare la raccolta differenziata non aveva
assolutamente senso realizzare un inceneritore.

Siamo sollevati e contenti di sapere che il braccio di ferro ingaggiato abbia sortito il ritiro del
progetto da parte del proponente proprio perché le 63 osservazioni in fase di valutazione di
impatto ambientale hanno di fatto evidenziato quanto ritenuto fosse realmente lacunoso tale
progetto.
Finalmente alle nostre osservazioni è stata data ragione unitamente al coro di associazioni,
associazioni, amministrazioni comunali ed imprenditori locali che si sono espresse negativamente
sulla realizzazione dell’inceneritore.

Il costante ed instancabile lavoro di Santhià Obiettivo Salute in difesa del territorio è stato oggetto
di riconoscimento da parte di eminenti rappresentanti governativi, parlamentari, eurodeputati con
cui abbiamo avuto contatti. Ad essi sono state presentate relazioni ed osservazioni in merito alle
nostre battaglie ecologiche a cui essi hanno fatto seguito con la presentazione di interrogazioni
parlamentari, alcune delle quali, dovranno tra l’altro essere sviluppate in futuro per migliorare il
rapporto sui temi ambientali tra l'amministrazione centrale, i cittadini e le imprese.

 

Prossimo obiettivo: raccolta differenziata

La raccolta differenziata è la strada che finora tutti i cittadini del vercellese, biellese e canavesano
stanno percorrendo in modo virtuoso ed intendono ulteriormente migliorare per meglio tutelare la
nostra terra.

Lo scopo è attendere alle direttive europee : diminuzione degli imballi, economia circolare,
recupero oltre il 60% dei rifiuti; questo comportamento virtuoso eliminerebbe gradualmente le
discariche e la costruzione di ulteriori pericolosi inceneritori sul territorio italiano, che sarebbero
già in esubero oggi nel caso in cui tutte le Regioni italiane si assumessero l'incarico di ottenere il
suddetto obiettivo.
In questo caso specifico del Progetto termovalorizzatore A2A la vicinanza e la prossimità della
materia prima , richieste dalla norma, per la combustione tramite inceneritore verrebbe a mancare
totalmente : solo 20.000 tonnellate ca.
Assisteremmo alla combustione di 200 .000 tonnellate annue di rifiuti da altre regioni in quanto
queste disattendono le direttive comunitarie, quando già noi in Piemonte raggiungiamo livelli
soddisfacenti ma sicuramente migliorabili.

Ha vinto la ragione e soprattutto la resilienza di cittadini attenti alla Salute e all'Ambiente più volte
sopraffatti dal pregiudizio diffuso di dover accogliere insediamenti industriali che sembrano
portare progresso, benessere e l’illusione di posti di lavoro ma che invece si rivelano altamente
pericolosi per la comunità e soltanto redditizi per chi si dimostra irrispettoso delle norme di
sicurezza sia per la tutela dei lavoratori che per l' ambiente circostante.
Allo stesso tempo la guardia rimane sempre alta poiché la partita è tuttora aperta sulle criticità
che affliggono questo territorio e che vanno risolte.

Sappiamo di essere sulla giusta direzione per contrastare un eventuale nuovo progetto di
incenerimento oramai considerato fuori tempo e fuori luogo per le considerazioni esposte.
L'Ambiente e la Salute devono essere priorità a 360° per la nostra piccola comunità.
Santhià Obiettivo Salute è vicina a tutti i concittadini con un gruppo di volontari che vuole essere
riconosciuto per fatti concreti e che lavora affinché siano risolte tutte le criticità presenti sul
territorio.
Vogliamo ottenere la giusta attenzione anche da coloro che hanno ricevuto dai cittadini l’incarico
di amministrare questo territorio responsabilmente.

Paola Bertona

Santhià Obiettivo Salute

Seguici sui nostri canali