Attualità
Reportage

Rione Isola: la gente chiede più attenzione e telecamere per la sicurezza

Alcune magagne e la rapida risistemazione delle fioriere sul ponte del Cervetto.

Rione Isola: la gente chiede più attenzione e telecamere per la sicurezza
Attualità Vercelli e dintorni, 20 Ottobre 2021 ore 18:58

Nella foto di copertina una delle panchine cambiate pochi mesi fa e già rotta.

Il rione Isola tra luci, poche, e ombre, parecchie. E’ bastato un piccolo giro nella zona del PalaPregnolato con Secondo Sarasso, che conosce il rione.

La prima è un’annotazione positiva, dopo la segnalazione di Notizia Oggi sullo stato delle fioriere nel lato sinistro del ponte sul Cervetto sono state rinnovate tutte le piante, optando per vasi con una composizione che richiama il nostro tricolore. Un bel lavoro di abbellimento, peccato che abbiano già rubato una pianta.

Davanti al Pala Pregnolato

Nell’area del palazzetto la recinzione del campo di basket è deformata e rotta. Questo avviene perché non è stata posta una rastrelliera per biciclette e i ragazzi le appoggiano alla rete.

Una delle due fontanelle dei giardini è «ballerina» e in più il getto non finisce nello scarico ma allaga il terreno, per non dire dello stato in cui versa quella dello sgambatoio dei cani. Le panchine sono state cambiate in primavera ma un paio sono già danneggiate. La ciclabile nel parcheggio che dà su via Trento è solo virtuale, sarebbe da ridipingere e magari togliere il “panettone” che ne ostacola il passaggio. Parte dei marciapiedi è inoltre da risistemare. Questo per quanto attiene al decoro urbano.

Gallery

10 foto Sfoglia la gallery

Il polso del rione

La titolare de “Il solito posto” sottolinea: «Non parlo tanto per me ma a nome del rione. La gente è preoccupata dalla presenza di persone di ogni risma in giro a tutte le ore. Nel parcheggio del palazzetto spesso rigano le auto. Non credo sia vera e propria delinquenza, ma certo i residenti hanno bisogno di più sicurezza, di qualche controllo in più. Inoltre mancano del tutto telecamere di sorveglianza».

Latitano anche i servizi per i cittadini. «L’ufficio postale - continua la barista - è stato chiuso e questo crea disagi, non vi sono negozi di alimentari, in molti vorrebbero almeno una volta alla settimana un mercato rionale e lo spazio nel parcheggio c’è pure. In campagna elettorale passano ogni volta i candidati, promettono, poi non fanno quasi nulla, a parte sistemare un po’ i giardini e aver messo un’altalena nuova, su cui, peraltro, salgono anche adulti. I canestri del campo di basket sono rotti e i ragazzi qualche volta se li portano da casa e lo montano salendo su una scala. L’ex “Caffè Rossa” è aperto e ci vanno personaggi strani, non escludo che si spacci pure la droga. Il gabinetto chimico sulla piazza è chiuso da tempo immemore e poi ci sono tante famiglie in difficoltà che spesso hanno solo l’aiuto della parrocchia».

La Gallery