attualità

Progetto "Mens sana in corpore sano": una collaborazione tra Iti e Comune di Santhià

Progetto "Mens sana in corpore sano": una collaborazione tra Iti e Comune di Santhià
Attualità Santhià, 13 Agosto 2021 ore 09:04

Unire lo sport ed il nostro territorio: questa la chiave di lettura del nuovo progetto che vede la collaborazione tra istituto tecnico industriale “Avogadro di Santhià” e amministrazione comunale.

L'esperienza del Consigliere Posillipo

Come realizzarlo? Semplicemente unendo le capacità della scuola e utilizzando i percorsi che il territorio santhiatese offre e l’esperienza del Consigliere Gabriele Posillipo che, grazie all’associazione Slowland Piemonte della quale è vice Presidente, conosce e promuove questi territori suggestivi e particolari su larga scala e che, in alcuni mesi dell’anno, assumono una caratteristica attrattiva paesaggistica che non si trova in altro luogo e che solo le nostre risaie possono offrire.
Il progetto denominato “MENS SANA IN CORPORE SANO” cerca di unire due temi che possono inizialmente sembrare distanti, ma che invece posso tranquillamente viaggiare “uno accanto all’altro” ed incrociarsi in molti punti di questo percorso.

Per riuscire a creare questa sinergia si è pensato di unire le particolarità del nostro territorio e dei suoi percorsi, ormai collaudati ed inseriti da tempo tra quelli di Slowland Piemonte, con la storia che caratterizza la città di Santhià e le sue tradizioni enogastronomiche.

“Il nostro territorio assume caratteristiche paesaggistiche particolari in alcuni mesi dell’anno e che coincidono nel periodo che va dalla semina alla raccolta del riso”. In questo periodo si può apprezzare il famosissimo “mare a quadretti” ed abbiamo deciso di unire a questo caratteristiche anche alcuni particolari storici che ci riportano al periodo della liberazione con l’eccidio di Santhià ad opera delle truppe nazifasciste. Unire questi particolari sotto il profilo sportivo non è stato cosi difficile – commenta il consigliere Posillipo – in quanto, grazie alla collaborazione della Professoressa di motoria, Rosanna Cavoli, ed alle particolarità che i percorsi di Slowland offrono, abbiamo deciso di inserire un sorta di attività motoria per gli alunni delle istituto tecnico industriale all’interno di questi percorsi che con le dovute soste possono anche offrire la giusta connotazione culturale inserendo la parte storica, la parte delle coltivazioni e tanto altro all’interno di questo progetto che la Professoressa ha presentato e vinto. Offrire la mia esperienza come vicepresidente di Slowland Piemonte, ma anche come semplice cittadino ed amante della Città di Santhià, e costruire un’attività sportiva “non tradizionale è stata un’esperienza che mi ha gratificato molto ed è per questo che ringrazio la vera ideatrice di questo progetto.”