Attualità
Attualità

Coverfop annuncia la formazione di cento nuovi operatori socio-sanitari entro la fine del 2024

Coverfop annuncia la formazione di cento nuovi operatori socio-sanitari entro la fine del 2024
Attualità Vercelli e dintorni, 26 Agosto 2022 ore 11:31

Entro la fine del 2024, Coverfop formerà la bellezza di cento nuovi operatori socio-sanitari. L’annuncio è arrivato nei giorni scorsi a seguito dell’approvazione da parte della Regione del piano presentato dallo stesso Consorzio in collaborazione con il Comune di Vercelli e sostenuto altresì dai Comuni di Santhià, Trino e Gattinara e dal Ciss di Borgomanero.

Un ottimo risultato

«Uno degli obiettivi che mi ero posta ad inizio mandato era di aumentare il numero di OSS formati su questo territorio - sottolinea la presidente di Coverfop, Linda Barbolan - Con l’approvazione di questo piano pluriennale ci collochiamo su questo solco. Non si può mai dire di essere soddisfatti, il piano presentato prevedeva qualche numero in più, ma sicuramente è un ottimo risultato». Risultato centrato anche grazie a una rete importante di collaborazioni: «Sì - conferma Barbolan - e colgo quest’occasione per ringraziare tutti i Sindaci che costantemente danno una mano nelle tante iniziative che costruiamo per il territorio. Ad esempio con il sindaco di Trino abbiamo iniziato su questo tema una collaborazione già lo scorso anno. Con tutti gli altri primi cittadini, anche di città che non compaiono nel piano, la collaborazione è quotidiana. Spesso nasce direttamente in assemblea. Ringrazio anche il presidente del Ciss Enzo Bobice. Abbiamo con loro iniziato alcune importanti e significative collaborazioni su percorsi educativi e su percorsi di lingua italiana per i profughi Ucraini. Come al più presto coinvolgeremo l’ASL di Vercelli per la programmazione dei tirocini dei nuovi corsisti. Ho già avuto modo di dire che è un piacere lavorare con la direttrice generale Eva Colombo».

Il percorso che porterà alla formazione dei suddetti cento Oss rappresenta per Coverfop un cammino che si pone sempre come primo obiettivo la ricaduta sui territori. Prosegue la presidente: «Coverfop è una partecipata pubblica, che svolge la sua attività con trasparenza e senza alcun scopo di lucro. Nel mondo della formazione professionale esistono anche Enti privati. Che svolgono legittimamente attività d’impresa. Con obiettivi diversi dai nostri. Per noi è fondamentale il sostegno della rete territoriale e la restituzione di attività, alcune volte senza ritorni d’impresa. E’ la nostra ‘terza missione’. Non mi stancherò mai di ricordare che ogni euro che Coverfop gestisce ha un fattore di restituzione sociale di circa due. Cioè il territorio ne beneficia per circa due euro. Questo conferma “Deloitte Italia” quando co-redige il nostro bilancio sociale. Mi spiace che non sempre i funzionari regionali colgano appieno questi aspetti. Anche la necessità di far comprendere le visioni, di far politica territoriale è parte del cammino. Come gli obiettivi raggiunti. Su questi aspetti, sulla possibilità di portare il pensiero locale in Regione, debbo ringraziare il consigliere regionale Angelo Dago, sempre disponibile ad ascoltare ed a fare da cassa di risonanza».

Pazienza e fermezza

Lo stesso Dago, esponente della Lega Salvini Piemonte a Palazzo Lascaris, evidenzia: «Ho sempre considerato il mio mandato come un servizio. E mi metto sempre volentieri ad ascoltare le questioni che mi vengono poste nelle province. E’ fondamentale non soltanto ascoltare ma assecondare le istanze dal basso. Guidarle. Il compito dei consiglieri è quello di intermediari, di far parlare persone che spesso usano quasi lingue diverse. Difficile far comprendere i problemi della provincia a Torino? Si, lo è spesso anche per noi che dovremmo essere ascoltati dai funzionari regionali. Ma questo non vuol dire che non si possa fare. Anzi lo facciamo tutti i giorni. Con pazienza e fermezza».

Pre-iscrizioni fino al 30 settembre

Tornando al corso Oss, Martina Apuzzo, responsabile Coverfop dei percorsi, spiega: «Da lunedì 29 agosto e fino al 30 settembre si potranno effettuare le pre-iscrizioni. Poi inizieranno le fasi di orientamento e di selezione. Se siamo efficienti il corso partirà nella prima settimana di novembre. E cercheremo di esserlo. E’ previso di far partire i prossimi due corsi nel 2023 (in primavera d autunno) e l’ultimo nella primavera del 2024. Occorre altresì sottolineare la novità prevista dai dispositivi regionali. I percorsi Oss non sono più totalmente gratuiti. I pagamenti sono previsti alla luce dell’ISEE che andrà presentato in sede di iscrizione. Il corso sarà gratuito per coloro che hanno un ISEE inferiore a 10mila euro, costerà 750 euro per persone con Isee tra 10mila e 20mila euro e 1.500 € per persone con ISEE superiore a 20mila euro»
«Sono convinta che si potesse continuare, soprattutto per una figura come questa, con la gratuità. Fa parte di quel cammino che deve ancora arrivare alla meta e che non mi stanco di percorrere» commenta la presidente Barbolan.

Informazioni e pre-iscrizioni

Maggiori informazioni per l’iscrizione sui canali ufficiali di comunicazione dell’Ente. Sul sito www.coverfop.it, sui canali social (Facebook, Instagram, Twitter) oppure telefonando in segreteria al numero 0161-502006. La segreteria dalla prossima settimana inizierà a raccogliere le pre-iscrizioni con orario 9-12,30 e 14-16,30.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter