Attualità
Attualità

Beverly di Santhià all'asta. L'appello al Comune per il suo acquisto

La struttura è in vendita a 295mila euro

Beverly di Santhià all'asta. L'appello al Comune per il suo acquisto
Attualità Santhià, 12 Settembre 2022 ore 08:25

Nella foto il Beverly di Santhià

Botta e risposta tra ex gestore del Beverly di Santhià e la sindaca Angela Ariotti: la struttura è all'asta e Italo Caucino ha il sogno che venga comprata dal Comune di Santhià. Ma il costo, come dice la sindaca, è troppo elevato.“Sarebbe bello che la grande proprietà fosse comprata dal Comune di Santhià che poi potrebbe affittare il locale e con l'affitto recuperare la spesa dell' investimento e restare proprietario della grande proprietà che nei prossimi anni avrà sicuramente una notevole rivalutazione del suo valore.

 

La struttura è in vendita all'asta

Il prezzo di vendita è molto basso e conveniente euro 295 mila- spiega Caucino - La grande proprietà è venduta senza nessun debito ne pendenze quindi si può accedere a finanziamenti o mutui bancari a lungo termine rimborsabili in molti anni. Sarebbe una bella soluzione che permetterebbe di tornare a fare le grandi famose manifestazioni di Santhià. Sarebbe una grande occasione da non perdere. Su internet ci sono tutte le informazioni relative alla vendita, la descrizione dettagliata della grande proprietà e la grande storia del grande famoso Sporting Beverly di Santhià conosciuto in tutta l'Italia e anche negli Stati Uniti per i tantissimi cantanti che allo Sporting Beverly di Santhià hanno fatto grandi famosi concerti”.

La risposta di Ariotti non si è fatta attendere: “Mi spiace- dice- ma il nostro Comune, come molti altri Comuni d'Italia, riesce a far quadrare i conti con estrema difficoltà. In questo ultimo periodo ha subito aumenti pesanti su energia e gas.Stessi aumenti sui lavori in cantieri aperti. Un vero disastro. Inoltre un Ente pubblico ha difficoltà ad acquistare un edificio privato. Occorrono motivazioni stringenti. La mancanza di un polivalente ci ha portato alla scelta di recuperare il nostro Bocciodromo. Abbiamo acceso un mutuo affrontando una spesa vicino al milione di euro. Lo si voleva vicino alla Città per dar modo a tutti di poterlo raggiungere. Mi auguro che lo Sportingpossa trovare un acquirente e possa diventare qualsiasi cosa, portatore di occupazione e indotto”.

Seguici sui nostri canali