Attualità
Altri rincari

Aumenti del 5% rette Rsa: Promozione Sociale chiede alla Regione di ripensarci

Dallo scorso 15 settembre. Si stima per ogni ricoverato un costo maggiore dai 650 ai 2.000 euro l'anno.

Aumenti del 5% rette Rsa: Promozione Sociale chiede alla Regione di ripensarci
Attualità 04 Ottobre 2022 ore 16:59

La Giunta della Regione Piemonte ha approvato con la delibera 1-5575/2022 l'aumento dei costi di ricovero nelle Rsa – Residenze sanitarie assistenziali, sottoscritta da tutti i rappresentanti degli enti gestori salvo Anaste, Si tratta di un aumento del 5%- Aumenti già scattati, perché decorrono dal 15 settembre.

Sulla questione ha preso posizione la Fondazione Promozione Sociale di Torino denunciando: "Un accordo unilaterale che passa sulla testa dei ricoverati, e permette ai gestori di pescare a piene mani dalle loro tasche, con l’unico obiettivo di assicurare incassi e utili, a fronte di standard bassissimi (inadeguati al livello di bisogno sanitario dei pazienti) e controlli sulla qualità pressoché inesistenti. Nessun confronto con le associazioni impegnate nella difesa dei diritti dei malati non autosufficienti".

Le cifre

Secondo Promozione Sociale, calcolando il costo retta giornaliera come definito dalla delibera 85/2013 e l'adeguamento della delibera appena approvata, le rette aumenteranno di somme tra i 650 e 2.000 euro all’anno per ogni ricoverato, corrispondenti ad aumenti che oscillano tra i 3,6 e i 5,4 euro giornalieri. Per chi è ricoverato in convenzione gli aumenti vanno dimezzati, ma restano comunque di un certo peso per famiglie già in difficoltà per tutti gli altri rincari.

Chiesta una revisione

La richiesta della Fondazione promozione sociale onlus è di rivedere radicalmente l’importo e le condizioni generali dell’adeguamento tariffario, anche alla luce di una necessaria revisione della ripartizione tra SSN e utente/Comune e degli standard delle strutture, oggi poco o per nulla rispondenti al fabbisogno degli utenti malati cronici non autosufficienti: non ospiti di una struttura alberghiera, ma persone colpite da pluripatologie invalidanti gravi, che hanno completamente compromesso la loro autonomia e devono costantemente essere monitorate e curate.

La Fondazione Promozione Sociale motiva dettagliatamente la fondatezza delle proprie richieste, chi volesse visionare il documento per intero  lo può scaricare da QUI.

Seguici sui nostri canali