Attualità
Grande cuore

Aiuti Ucraina: un camion della solidarietà parte da Trino

Il Comune e tutta la società civile trinese sono in azione, raccolti oltre 70 bancali di prodotti in pochi giorni.

Aiuti Ucraina: un camion della solidarietà parte da Trino
Attualità Vercellese, 08 Marzo 2022 ore 19:27

I trinesi, Comune, parrocchia e realtà associative hanno riempito il primo camion, con aiuti che verranno spediti in Polonia via  aereo e poi portati a destinazione da Davide Guazzone che ora risiede e opera proprio in Polonia e da Franco Di Liberti, fondamentale nelle operazioni il supporto logistico del gruppo Alpini di Trino.

La raccolta dello scorso fine-settimana

Circa 70 bancali di materiale da inviare in Ucraina: è il frutto della raccolta promossa dal Comune di Trino per sostenere le iniziative solidali a favore del popolo ucraino. In collaborazione con il Gruppo Alpini di Trino, l'Aoct, la Protezione Civile e il Gruppo Carabinieri in Congedo, il Comune ha organizzato una raccolta di abbigliamento di ogni genere, cibi a lunga conservazione, prodotti per bambini di primo soccorso da spedire alle centinaia di ucraini che muovono verso il confine polacco. Il punto di raccolta era organizzato al Palazzo Paleologo. Il sindaco Daniele Pane: «Grazie al nostro concittadino Davide Guazzone, e alla sua famiglia, titolare della ditta “Italian Fashion” con sede in Polonia, e a Franco Di Liberti, porteremo quanto raccolto dalle donazioni di aziende e cittadini direttamente a coloro che in questo momento si trovano in difficoltà». Un camion è atteso in città nella giornata di martedì, proveniente dalla Polonia. Sarà riempito di bancali e ripartirà con Franco alla volta di Varsavia e poi del confine con l’Ucraina.

"Grazie al Sindaco"

«Ringrazio il comune di Trino - commenta Di Liberti - il nostro sindaco che ha subito preso a cuore l'iniziativa, che in poche ore abbiamo organizzato, con le associazioni del territorio. Domani partirò per la Polonia, dove mi aspetta Davide. Insieme andremo a portare la merce alla popolazione al confine. Sarò testimone della consegna del materiale, del cibo, delle medicine, che tutti noi abbiamo donato alla causa Ucraina. Tutto è partito da una telefonata del nostro carissimo Davide che è in Polonia e vede con i suoi occhi quello che sta succedendo in questo momento in quella zona. Lui si è già attivato da diversi giorni, per aiutare chi ha bisogno. Ringrazio tutti coloro che hanno dato il loro contributo. La raccolta è andata benissimo». Il Comune sostiene anche l’iniziativa della Croce Rossa Italiana, che in collegamento con la Federazione Internazionale e la Croce Rossa Ucraina, ha attivato una raccolta fondi con cui sostenere le attività di soccorso ed assistere le popolazioni colpite dal conflitto. «Invitiamo – commenta ancora il sindaco-, a partecipare alla raccolta fondi inviando un sms al numero 45525».

Riccardo Coletto

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter