Altro
Asl Vercelli

Task force territoriale contro il coronavirus

L'ha messa a punto l'Asl di Vercelli in collaborazione con le amministrazioni locali.

Task force territoriale contro il coronavirus
Altro Valsesia, 20 Aprile 2020 ore 15:01

Avviata una nuova sinergia per gestire l'emergenza coronavirus in provincia di Vercelli.

La task force

Al via una nuova forma di collaborazione tra l'Asl di Vercelli e il territorio. È operativa la squadra di quattro persone, costituita da dipendenti della Provincia e dei comuni di Borgosesia, Gattinara e Quarona, che affiancherà il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) dell’Asl di Vercelli nelle attività per le gestione dell’assistenza covid territoriale. Un’iniziativa sostenuta dagli amministratori di queste realtà per unire le forze e integrare le risorse di un servizio, quello del SISP, che nella gestione COVID19 svolge un ruolo di monitoraggio e controllo estremamente importante.

Un'azione coesa

«Già in una prima fase dell’emergenza – ha sottolineato il direttore generale dell’Asl Vercelli Chiara Serpieri – avevamo avuto modo di condividere l’importanza di un’azione quanto più possibile coesa per gestire al meglio gli effetti e le conseguenze di questa pandemia. Ringrazio le amministrazioni per la sensibilità dimostrata; quanto attuato è espressione di un lavoro in rete che, siamo certi, sarà prezioso per rafforzare e integrare le nostre competenze». «L’obiettivo – afferma Pietro Presti, coordinatore per l’emergenza COVID in ASL VC – è creare le condizioni affinché si possano accelerare i tempi di risposta, con un modello organizzativo che sia in grado di gestire al meglio la mole di lavoro e le attività da realizzare, tenendo conto anche delle peculiarità del territorio e della sua geografia. Grazie alle realtà territoriali che hanno scelto di sostenerci in questo piano di azione».

L'apporto di tutti

«Fin dall’inizio come presidente della Provincia – evidenzia Eraldo Botta – ho manifestato apertura e disponibilità nel potenziare le competenze e le risorse dell’Asl per una gestione consapevole di questa emergenza che ha risvolti molto complessi sul piano organizzativo. Una pandemia che ha richiesto fino ad ora sforzi notevoli e che per essere superata necessita dell’apporto di tutti. Un contributo che per noi è anche il modo più concreto per dimostrare la vicinanza a tutti i cittadini e ai sanitari che da tempo investono energie e sforzi nella gestione questa emergenza».  «Siamo tra i promotori di questa soluzione – commenta il sindaco di Borgosesia e deputato Paolo Tiramani – convinti che il potenziamento del personale amministrativo sia indispensabile per una puntuale e tempestiva comunicazione di tutte le informazioni necessarie ai Comuni di residenza dei malati per poter attivare le adeguate misure di contenimento del contagio. Il nostro Comune ha messo a disposizione del Sisp due dipendenti, uno dei quali prende servizio a Vercelli città e l’altro lavora in smart working. L’auspicio – conclude Tiramani - è che questa sinergia tra Comuni ed Asl possa concretamente sortire l’auspicato effetto di adeguare le azioni degli organi competenti alla fondamentale esigenza di tutelare la salute pubblica».

La salute dei cittadini

«Il coronavirus ha rivoluzionato le nostre vite e la nostra quotidianità. Come amministrazioni – ha precisato il sindaco di Gattinara Daniele Baglione - ci sentiamo in prima linea nella gestione di questa emergenza. Aver messo a disposizione nostre risorse rappresenta un contributo ulteriore nel favorire un’azione comune per la salute dei nostri concittadini; siamo, infatti, tutti animati dalla convinzione che solo operando in sinergia si potrà fronteggiare al meglio questa emergenza, con la speranza di poter presto tornare alla normalità». «La scelta di condividere parte del nostro personale amministrativo mettendolo a disposizione del SISP dell’ASL Vercelli è parsa fin dall’inizio – afferma Francesco Pietrasanta, sindaco di Quarona - un atto di responsabilità dovuto. Credo fortemente nel valore e nel ruolo che un’amministrazione riveste per il bene della collettività e dei suoi cittadini ed è per tale ragione che era importante dare una mano in maniera costruttiva, offrendo un aiuto concreto nell’interesse di tutti».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter