Manutenzione motore: gli accorgimenti per far vivere l’auto più a lungo

Sostituire le parti di motore usurate prima che arrivino alla rottura comporta anche un notevole risparmio economico

Manutenzione motore: gli accorgimenti per far vivere l’auto più a lungo
24 Settembre 2020 ore 08:01

Ci sono alcuni importanti accorgimenti per fare una corretta manutenzione della propria auto. Con le dovute attenzioni, motore e altri assemblaggi hanno una durata di servizio lunga. Eseguire controlli periodici ed eventualmente sostituire le parti di motore usurate prima che arrivino alla rottura, comporta anche un notevole risparmio economico.

L’importanza della manutenzione del motore

manutenzione

Foto tratta dal sito rexbo.it.

È il “cuore” di ogni auto: il motore è il primo elemento da considerare quando si fa manutenzione alla propria auto. Le componenti del motore sono un’ampia categoria di parti che includono anche vari ricambi, meccanismi e apparecchi, responsabili della conversione dell’energia sprigionata dalla combustione del carburante in energia cinetica. Tra le parti responsabili direttamente della creazione della forza motrice citiamo i pistoni, gli alberi gomiti e gli alberi a camme, le bielle, le fasce elastiche, i bilancieri. Ci sono poi gli elementi che assicurano un collegamento saldo del motore, come montanti ed elementi di fissaggio. Non meno importanti sono le guarnizioni per l’ermeticità della camera di combustione. E, infine, i sensori che ottimizzano il funzionamento del motore, la creazione e la combustione della miscela di carburante e aria.

Quasi tutti i lavori di manutenzione, sostituzione e riparazione del motore devono essere eseguiti in un’officina professionale, poiché sono richieste esperienza e conoscenza. Anche a casa non c’è modo di utilizzare attrezzature specializzate per questo.

Affinché il tuo motore abbia una lunga durata e funzioni sempre in modo ottimale e senza interruzioni, è molto importante evitare il surriscaldamento e seguire tutte le raccomandazioni del produttore.

Ci sono 2 problemi più comuni che i conducenti affrontano più spesso:

1) Indicatore di avviso “Check engine”

Questa spia sul tidy si accende quando la centralina elettronica del motore rileva un codice di errore nel sistema nel funzionamento di un qualsiasi sistema. In totale, ci sono più di 200 possibili codici di errore, per capire cosa è esattamente rotto, è necessario effettuare una diagnosi elettronica completa in un servizio di auto speciale.

2) Elevato consumo di carburante

Quando il motore funziona correttamente, brucia carburante a una velocità che aiuta a consumare carburante in modo efficiente. Tuttavia, alcune parti del sistema di alimentazione (filtri del carburante, filtri dell’aria, MAF e sensori di ossigeno) possono sporcarsi e usurarsi nel tempo. La mancata sostituzione farà sì che il motore utilizzi più carburante del normale.

Quali componenti sostituire periodicamente

Mentre alcuni meccanismi hanno vita lunga e non necessitano praticamente mai di essere sostituiti, ci sono invece altri ricambi che è meglio cambiare dopo un certo lasso di tempo, o dopo un determinato chilometraggio. L’esempio più classico è quello dei filtri dell’olio e dei filtri dell’aria: vanno sostituiti indicativamente ogni 15.000 km.

Altri elementi che necessitano di manutenzione e ricambio sono gli anelli raschiaolio, da controllare circa ogni 100.000 km. E ancora, le fasce elastiche ogni 150.000 – 200.000 km e i sollevatori idraulici ogni 120.000 – 150.000 km. Le guarnizioni sono in genere usa e getta e vanno sostituite a intervalli di tempo regolari.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità